“BABY BOX: LA SCATOLA MAGICA”

 In NEWS

La “scatola magica” nasce negli anni’30 in Finlandia, in quel periodo, nazione molto povera; con il contenuto al suo interno lo Stato sosteneva i neogenitori dando, al contempo, ai bambini le stesse condizioni di partenza della loro nuova vita, che provenissero da famiglie benestanti o meno.Quindi, con gli anni, la stessa scatola è diventata un simbolo di benvenuto ed i finlandesi tengono ad essa talmente tanto da preferirla al “bonus economico” – pari a 140 euro – che sempre lo Stato è disposto dare loro. Ma cosa simboleggia per le autorità sanitarie? Un modo per educare i neogenitori dando loro ciò che di base serve come le indicazioni per il “bagnato giusto”; i prodotti per la pulizia del neonato; il necessario per l’allattamento ed a volte anche qualche preservativo. Ora, la stessa “scatola magica” vola fino al New Jersey per un totale di centocinquemila unità che fingeranno come culle dei neonati che vedranno la luce nel 2017 proprio nello stato americano. “Baby box” tutta americana, quindi, già destinata a continuare il suo viaggio attraverso altri Stati sempre a stelle e strisce. Il contenuto è simile a quello finlandese così come il suo utilizzo una volta svuotata da salviette; pomate; pannolini ed altre prime necessità, ossia, far diventare la scatola una culla per il neonato. Oltre al suo significato utile ed importante per ciò che contiene, il messaggio diventa anche etico perché in questo modo, secondo le autorità di tutto il mondo in materia sanitaria e psichiatrica, si aiuteranno i genitori a non tendere a far dormire il neonato nel letto con loro, iniziando fin da piccoli i figli ad avere una loro indipendenza (e diremmo che questo sia valevole anche per i genitori, tra le altre cose). Semplice, piccolo, senza troppi fronzoli, peluche o altri oggetti pericolosi per l’incolumità dei più piccoli, lo stesso “letto – scatola” sembra essere la causa di una riduzione dei decessi neonatali proprio nella sicurissima Finlandia.

Un esempio da seguire, quindi, per un progetto tutto a misura…di “bebè”!!!

Altri articoli